Donne vittime di violenza, Baldassarre: “Dalla Regione Lazio mai così tanti fondi”

Donne vittime di violenza, Baldassarre: “Dalla Regione Lazio mai così tanti fondi”

Donne vittime di violenza, Baldassarre: “Dalla Regione Lazio mai così tanti fondi”. Lo ha dichiarato Simona Baldassarre, assessore regionale alla Cultura, alle Pari Opportunità, alle Politiche Giovanili e della Famiglia, e al Servizio civile.

“Abbiamo investito più risorse per donne e minori vittime di violenza”

“Una Regione più attenta alle donne e ai minori, con fondi, slancio e impegno. Nel quadro della programmazione annuale dei fondi ministeriali per le Pari Opportunità, in crescita quest’anno, abbiamo investito più risorse per le donne vittime di violenza e per i minori vittime di violenza assistita. Questo dimostra un impegno senza precedenti, evidente anche dall’aumento fortemente voluto dalla Giunta Rocca dei fondi del bilancio regionale destinati alle donne”, evidenzia Baldassarre. I fondi del Dipartimento per le Pari Opportunità per il 2024 sono stati pari a 4.417.167,33 euro, +1.435.066,33 rispetto all’anno precedente.

LEGGI ANCHE Violenza sulle donne. Lega: “Nella Tuscia quattro denunce in sette giorni”

“Dalla Regione Lazio mai così tanti fondi”

“In particolare – prosegue l’Assessore -, sarà stanziato quasi un milione in più rispetto allo scorso anno per i Centri Anti Violenza (Cav) e le Case Rifugio (Cr) della rete regionale antiviolenza del Lazio”, il cui plafond è passato dai 2.122.101 euro del 2023, ai 3.104.667,33 euro di quest’anno.
“Ciò vuol dire che Cav e Cr riceveranno la più alta quota parte mai stanziata. Aumenta anche la dotazione, rispetto al 2023, per i progetti rivolti ai minori vittime di violenza assistita, e un milione di euro è stato assegnato al Contributo di Libertà, la somma più alta mai programmata per il progetto della Regione Lazio rivolto alle donne, sole o con figli minori, al fine di riconoscere loro un sostegno economico durante la delicata fase di conquista dell’autonomia personale dopo un percorso di fuoriuscita dalla violenza”, conclude Baldassarre.

IL CORRIERE DI VITERBO SU FACEBOOK E INSTAGRAM