Fiera dell’Annunziata, si cambia

Fiera dell’Annunziata, si cambia

Un’ampia partecipazione e una riorganizzazione del percorso: la tradizionale fiera dell’Annunziata torna all’interno delle mura cittadine il 25 marzo con queste due novità, anticipate dal consigliere comunale delegato al commercio, Marco Nunzi.

Fiera dell’Annunziata, si cambia

Le bancarelle lasciano il primo tratto da Porta Romana a piazza del Plebiscito, dove saranno sostituite dagli operatori del bio con prodotti che avranno una particolare attenzione alla Pasqua. La decisione, invece, di far iniziare la fila delle bancarelle da dopo l’archetto di via Ascenzi, risponde a una “doppia motivazione, quella di non poter occupare gli spazi dove si stanno svolgendo i lavori, e l’altra di voler dare un senso diverso e più lineare alla fiera”, spiega Nunzi, che tiene a precisare l’aggiunta al tracciato di via Cairoli e San Faustino.

Dovrebbero esserci 240 ambulanti

Per quanto riguarda l’adesione degli ambulanti, contrariamente all’anno scorso, quando si era registrato un brusco calo con i banchi passati da circa 300 a 150, quest’anno sarebbero arrivate 240 adesioni, dice Nunzi. Il nuovo percorso si snoderà lungo via Ascenzi, piazza dei Caduti, largo Benedetto Croce, via Marconi, piazza Verdi, via Rosselli, via Matteotti (parte), piazza della Rocca (parte), via Amendola, via San Faustino, piazza San Faustino, piazza Martiri d’Ungheria a cui si aggiunge via Cairoli.Saranno escluse dal tracciato, via Garibaldi, piazza Fontana Grande, via Cavour, piazza del Plebiscito, porzione di piazza della Rocca tra Porta Fiorentina e via Matteotti, porzione di via Matteotti tra piazza della Vittoria e piazza della Rocca. Verranno, inoltre, eliminati alcuni posteggi in via Ascenzi ubicati sul lato sinistro a salire.

LEGGI ANCHE Tanta gente ma poche bancarelle alla fiera dell’Annunziata

Percorso modificato

La modifica al percorso della fiera richiederà “l’elaborazione ex novo della planimetria di via Cairoli nonché la revisione di quella di via Ascenzi, via Matteotti e piazza della Rocca con le nuove disposizioni dei banchi”.
“Meno spazi vuoti, più coinvolgimento di San Faustino e collaborazione con le associazioni locali per il miglioramento e il riempimento del percorso – spiega il Comune in una nota -. Al fine di migliorare la fruibilità della fiera dell’Annunziata, che negli anni passati ha riscontrato alcune criticità, per il prossimo lunedì 25 marzo è stata rivista l’organizzazione degli stalli. “Lo scorso anno non eravamo rimasti soddisfatti – commenta la sindaca Chiara Frontini -: molti spazi erano rimasti vuoti per via della riduzione degli ambulanti che negli anni si è osservata progressivamente”.

Tiziana Mancinelli

ARTICOLO COMPLETO SUL CORRIERE DI VITERBO DEL 15 MARZO – EDICOLA DIGITALE