Mai così tanti turisti in città

Mai così tanti turisti in città

“Mai così tanti”. Lo dice il Comune riferendosi ai turisti che hanno visitato la città dei papi nel 2023. Questi i numeri: 165mila arrivi, 256mila presenze, permanenza media di 1,6 notti, incasso derivante dalla tassa di soggiorno 478mila euro.

L’amministrazione ha annunciato i dati in un incontro

Dati annunciati in pompa magna nel corso di un incontro tra l’amministrazione – presenti la sindaca Chiara Frontini, l’assessore allo sviluppo economico Silvio Franco e il consigliere delegato Marco Nunzi – e gli operatori del settore, convocati nella sala regia di Palazzo dei Priori anche per ascoltare le loro osservazioni. “Dopo un anno e mezzo di lavoro – ha detto Frontini – queste cifre sono il riscontro del nostro lavoro e della vocazione turistica del territorio. Ora c’è da lavorare sulla fruibilità e sulle strutture”. Soddisfatto anche Franco, “quasi incredulo – ha confessato – di fronte ai dati che arrivavano”.

LEGGI ANCHE La troupe di Netflix riempie tre alberghi

Più presenze rispetto al periodo pre Covid

La particolarità dell’annata scorsa consiste nel fatto che mentre molte altre città sono tornate ad avere le presenze registrate fino al 2019, a Viterbo c’è stato un incremento rispetto al periodo pre Covid.
“Mi sono chiesto perché ciò sia avvenuto – ha proseguito l’assessore – e ho pensato all’aumento dell’offerta sul territorio, alle politiche messe in campo dall’amministrazione che ha puntato a target internazionali, tant’è che sono andato al salone svizzero del turismo e siamo stati scelti dalla Camera di commercio di Nizza per partecipare al progetto 10 Comuni: Viterbo sarà presente su tutte le guide turistiche francesi”.

Ma la permanenza media resta inferiore a 2 notti

In tale contesto, l’unico dato che l’amministrazione ritiene insoddisfacente è quello riferito alla permanenza media dei turisti, quelle 1,6 notti che indicano un turismo mordi e fuggi. Tuttavia – ancora Franco – “nei prossimi anni ci sono anche altre opportunità: il Gubileo e la candidatura a capitale europea della cultura”.

Andrea Tognotti

ARTICOLO COMPLETO SUL CORRIERE DI VITERBO DELL’ 8 FEBBRAIO – EDICOLA DIGITALE