Mazzette all’obitorio dell’ospedale Belcolle, Prescrizione per tutti

Mazzette all’obitorio dell’ospedale Belcolle, Prescrizione per tutti

Mazzette alla camera mortuaria dell’ospedale di Belcolle. Si è concluso con la prescrizione il processo a due necrofori, Carlo Eleuteri e Fabrizio Valeriani, e ad altre 11 persone. Estinti i reati per il terzo necroforo, Floriano Franklin Canela, noto maestro di Capoeira, che nel frattempo è venuto a mancare.

LEGGI ANCHE Mazzette a Belcolle, si avvicina la prescrizione

La vicenda

E’ la vicenda giudiziaria nata dall’operazione Anubi, conclusasi con un blitz il 9 maggio del 2014. Dall’inchiesta sgorgarono due procedimenti distinti che solo a maggio scorso sono stati inglobati in un unico dibattimento. A suo tempo la Asl si costituì parte civile contro i 13 imputati. I necrofori avrebbero intascato 50 euro a salma per segnalare in tempo reale i decessi avvenuti nel nosocomio.

Gli imputati e la sentenza

Con Eleuteri e Valeriani al banco degli imputati altri 11 uomini, legati a vario titolo a diverse agenzie funebri: Claudio Eleuteri, Enzo Bagni, Alessandro Cecchini, Alfonso De Alessandris, Francesco Pandolfi, Emiliano Pugliesi, Maurizio Fazioli, Mauro Balestri, Francesco Berna, Federico Piergiovanni, Franco Gregori e Luigi Palanca. Ieri, dopo essersi riunito in camera di consiglio, il terzetto collegiale presieduto da Daniela Rispoli ha proclamato l’estinzione dei reati per intervenuta prescrizione.

V.T.

LEGGI IL CORRIERE DI VITERBO – EDICOLA DIGITALE