Minacce di morte a un carabiniere, Rebeshi rischia un’altra condanna

Minacce di morte a un carabiniere, Rebeshi rischia un’altra condanna

Rischia una condanna a dieci mesi di reclusione Ismail Rebeshi, il boss albanese di 41 anni, accusato di minacce, di oltraggio a pubblico ufficiale e diffamazione aggravata nei confronti di un maresciallo dell’Arma.

Rebeshi rischia un’altra condanna

L’istanza è stata promossa ieri dal pm durante l’udienza dedicata alla discussione del procedimento, che si è celebrata davanti al giudice onorario Roberto Cappelli.

Minacce di morte a un carabiniere

I fatti in contestazione si consumarono tra il 2017 e il 2018, nel corso delle indagini dell’operazione Erostrato che si concluse a gennaio 2019 con 13 arresti. Il quarantunenne, difeso dall’avvocato Roberto Afeltra, ha presenziato all’udienza in video conferenza dal carcere di Cuneo, dove attualmente è detenuto al 41 bis. Contro di lui, in qualità di parte civile con l’avvocato Remigio Sicilia, un militare del nucleo investigativo del comando provinciale dei carabinieri di Viterbo.

Si tornerà in aula tra qualche mese per le eventuali repliche e la sentenza da parte del giudice.

ARTICOLO COMPLETO SUL CORRIERE DI VITERBO DEL 30 MARZO – EDICOLA DIGITALE