Montefiascone, rapina al distributore di benzina: al via ieri il processo

Montefiascone, rapina al distributore di benzina: al via ieri il processo

Montefiascone, rapina al distributore di benzina: al via ieri il processo. Si è aperto ieri il procedimento a carico di uno dei due giovani del posto individuati dai carabinieri a novembre scorso. Nel frattempo si è appreso che l’altro complice è uscito di scena scegliendo un rito alternativo.

Rapina al distributore di benzina

Tre mesi fa nei confronti di entrambi i militari della stazione locale avevano eseguito le misure cautelari emesse del tribunale del capoluogo. I fatti risalgono alla mattina del 13 ottobre 2023, quando i carabinieri di Montefiascone avevano soccorso un giovane di origini nigeriane, addetto alla stazione di servizio in via Santa Maria delle Grazie, il quale aveva sollecitato il loro intervento, riferendo di essere rimasto vittima di una rapina ad opera di due uomini. Stando a quanto emerso, mentre era al lavoro, il dipendente avrebbe visto una macchina di colore bianco arrivare a tutta velocità nel piazzale per poi inchiodare improvvisamente.

LEGGI ANCHE Armati di pistola rapinano distributore di benzina, individuati 2 giovani di Montefiascone

In autunno sfileranno in aula i primi testimoni

Dall’auto sarebbero scesi due uomini armati e travisati da tute sanitarie bianche e da mascherine, i quali gli avrebbero intimato di consegnare le chiavi della cassa self-service del distributore automatico. I rapinatori, una volta aver realizzato che il piano di partenza era sfumato nel nulla e che non vi era alcuna chiave, si sarebbero accaniti brutalmente sull’impiegato e lo avrebbero colpito a calci in faccia e preso a pugni per farsi consegnare 400 euro che aveva nel portafoglio per poi dileguarsi. Il dibattimento entrerà nel vivo in autunno con l’ascolto dei primi tre testimoni.

V.T.

ARTICOLO COMPLETO SUL CORRIERE DI VITERBO DEL 21 FEBBRAIO – EDICOLA DIGITALE