Orte, bloccato sull’A1 con anabolizzanti

Orte, bloccato sull’A1 con anabolizzanti

E’ entrato nel vivo il processo a un uomo che nel 2019 fu fermato dai carabinieri al casello autostradale di Orte e sorpreso in possesso di sostanze anabolizzanti.

Bloccato sull’A1 con anabolizzanti

Ieri in aula, dinanzi al giudice monocratico, ha deposto un militare dell’Arma che si occupò del caso. “Il 7 febbraio di 5 anni fa – ha raccontato il maresciallo – ero impegnato con altri due colleghi in un servizio perlustrativo. Intorno alle 19,15 facemmo accostare una Nissan Micra sospetta al volante della quale c’era l’imputato. Nel corso della perquisizione nell’abitacolo rinvenimmo e sequestrammo delle scatole, contenenti blister di sostanze dopanti. Mentre nel bagagliaio trovammo una mazza da baseball lunga 60 centrimetri. Per quanto riguarda i medicinali si trattava di una confezione di Turanabol, Strombafort e un flacone di Bolic”.

LEGGI ANCHE Tuscania, sorpreso a lanciare droga dal balcone: arrestato uno straniero

Tra qualche mese il giudice emetterà la sentenza

In seguito l’uomo fu portato in caserma per accertamenti. “In quella sede gli contestammo la detenzione illecita di farmaci dopanti”, ha concluso. Il dibattimento è destinato a definirsi tra qualche mese con la seduta che sarà riservata alla discussione, al termine la sentenza.

V.T.

ARTICOLO COMPLETO SUL CORRIERE DI VITERBO DEL 28 MARZO – EDICOLA DIGITALE