Truffano anziana e le rubano oro e gioielli per 25mila euro: denunciati

Beatrice Masci
23/03/2024

Truffano anziana e le rubano oro e gioielli per 25mila euro: denunciati

Due persone sono state denunciate per aver truffato un’anziana facendosi consegnare  monili d’oro per un valore di 25.000 euro.

E’ accaduto nel pomeriggio di giovedì 21 marzo ad Arlena di Castro.

Tuscania, truffa ad anziani: arrestato un 55enne campano

Un sedicente maresciallo dei carabinieri ha contattato telefonicamente una 74enne, facendole credere –  nel corso di una lunga telefonata – che il figlio era stato arrestato dai carabinieri per aver provocato un incidente stradale, con investimento di una donna in stato interessante che rischiava di perdere il bambino e che, per essere liberato, era necessario consegnare tutti i soldi e gioielli a disposizione.

L’uomo ha avvisato la donna che di lì a poco sarebbe passato un suo collega in borghese a ritirare soldi e gioielli.

Automobilisti truffati da compagnia assicurativa, tre denunce

L’anziana, sconvolta dalla telefonata, ha aderito alla richiesta e, poco dopo, ha consegnato monili in oro per un valore di 25.000 euro, ad un uomo dall’età apparente di circa 30 anni.

L’anziana donna, dopo aver consegnato l’oro, ha contattato il figlio, il quale l’ha rassicurata di stare bene spiegandole che era stata raggirata.

A questo punto, poiché la signora era rimasta fortemente scossa per quanto accaduto, era il figlio a contattare i carabinieri di Tuscania.

Truffa del pellet, per i 5 imputati c’è la prescrizione

Le indagini hanno consentito di individuare un’auto sospetta che si aggirava nel centro abitato nel corso del pomeriggio.

Diramate le ricerche, l’auto è stata bloccata al casello autostradale di Caserta nord dalla polizia stradale con a bordo i due malfattori, di 42 e 21 anni, tutti e due della provincia di Napoli, con a carico precedenti di polizia per truffa e reati contro il patrimonio.

Truffa disabile utilizzando documenti falsi: denunciato

I due sono stati denunciati in stato di libertà per concorso in truffa, mentre la refurtiva è stata sequestrata, in attesa della restituzione all’anziana signora.