Uffici demografici privi di sicurezza, Cisl e Uil alzano la voce

Uffici demografici privi di sicurezza, Cisl e Uil alzano la voce

A distanza di quasi due mesi dalla denuncia dei rappresentanti sindacali di Cisl Fp e Uil Fpl sul mancato rispetto delle norme di sicurezza negli uffici demografici di piazza Fontana Grave a causa del cantiere del Pnrr, poco o nulla è cambiato rispetto ai rischi che corrono i lavoratori e l’utenza.

Uffici demografici privi di sicurezza

Per questo Maurizio Trapè e Maurizio Bizzoni tornano all’attacco: “Solo informalmente siamo venuti a conoscenza di alcuni provvedimenti adottati dalla dirigenza, quali l’attivazione dello smart working, che comunque risolvono solo parzialmente alcune problematiche, visto che si tratta di servizi da garantire per lo più in presenza – si legge in una nota -. L’amministrazione, an si era impegnata a traslocare gli uffici; di fatto, ad oggi, non sono stati ancora adottati provvedimenti necessari a garantire il rispetto delle norme di sicurezza degli ambienti di lavoro, sia per i lavoratori che per i cittadini utenti.

LEGGI ANCHE Servizi anagrafici, stop ai contanti

Cisl e Uil alzano la voce

“Inoltre – aggiungono -, con delibera di Giunta, il servizio di celebrazione dei matrimoni è stato spostato nella Sala Rossa di Palazzo dei Priori proprio a causa del cantiere. Ma se questo cantiere è pericoloso per gli sposi, non dovrebbe esserlo anche per i dipendenti e tutti gli altri utenti?”
Per Cisl e Uil sarebbe pertanto “opportuno che le precauzioni adottate nel caso delle celebrazioni venissero con immediatezza messe in pratica anche per garantire l’incolumità di lavoratori e cittadini che si recano negli uffici di piazza Fontana Grande per altri servizi”.

ARTICOLO COMPLETO SUL CORRIERE DI VITERBO DEL 12 MARZO – EDICOLA DIGITALE