Valentano, truffa online ai danni di un anziano: due denunce

Valentano, truffa online ai danni di un anziano: due denunce

Valentano, truffa online ai danni di un anziano: due denunce. I carabinieri della stazione locale hanno denunciato due persone per truffa aggravata in concorso ai danni di un anziano 82enne del luogo.

La truffa

L’uomo, navigando in internet, era stato contattato da due individui che si spacciavano per consulenti finanziari. Con abili stratagemmi, i truffatori lo avevano convinto a investire somme di denaro in titoli azionari che si rivelavano poi inesistenti.

La vittima aveva versato complessivamente 2 mila euro

Per rassicurare la vittima, i due malviventi gli avevano inviato anche falsi documenti che attestavano la loro professionalità e la solidità degli investimenti proposti. L’anziano, fiducioso, aveva quindi effettuato diversi versamenti su conti correnti a loro riconducibili, per una somma complessiva di più di 2000 euro.

Tuttavia, dopo aver versato il denaro, l’uomo non ha più avuto notizie dei sedicenti consulenti finanziari che si sono volatilizzati con il suo denaro. Insospettito, si è quindi rivolto ai carabinieri che hanno avviato le indagini.

Le indagini

I militari, grazie ad un’accurata indagine con analisi delle transazioni bancarie, sono riusciti a risalire all’identità dei due truffatori, entrambi residenti in un’altra regione d’Italia, uno dei quali con svariati precedenti specifici.

LEGGI ANCHE Canino, truffa col trucco del finto operatore bancario: denunciata una 49enne

Truffa aggravata in concorso

I due, che dovranno rispondere di truffa aggravata in concorso, sono stati denunciati alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Viterbo.

L’Arma dei Carabinieri invita i cittadini ad essere sempre prudenti quando si naviga in internet e a diffidare di proposte di investimento che appaiono troppo vantaggiose per essere vere. In caso di dubbi, è consigliabile rivolgersi alle Forze dell’Ordine o ad un consulente finanziario di fiducia.

Presunzione di innocenza

Il soggetto indagato è persona nei cui confronti vengono fatte indagini durante lo svolgimento dell’azione penale; nel sistema penale italiano la presunzione di innocenza, art 27 Costituzione, è tale fino al terzo grado di giudizio e la persona indagata non è considerata colpevole fino alla condanna definitiva.

IL CORRIERE DI VITERBO SU FACEBOOK E INSTAGRAM