Coldiretti: “Il clima anticipa di un mese i raccolti”

Beatrice Masci
09/03/2024

Coldiretti: “Il clima anticipa di un mese i raccolti”

Le fave vengono raccolte nel Lazio con oltre un mese di anticipo, così come in Sardegna e Puglia, e lo stesso vale per le fragole, mentre in Veneto sono comparsi sui banchi dei mercati contadini gli asparagi verdi.

8 Marzo, Serra (Coldiretti): “Duecentomila donne lavorano nel settore agricolo”

Ma in arrivo ci sono anche carciofi romaneschi, piselli, erbe spontanee e agretti.

E’ quanto emerge dal monitoraggio della Coldiretti nei mercati degli agricoltori di Campagna Amica sugli effetti concreti dei cambiamenti climatici in occasione dell’arrivo delle primizie in tutta Italia.

“La finta primavera, con un febbraio che è stato il più caldo mai registrato (+3,09° rispetto alla media storica) e un gennaio con +1,6° – sottolinea la Coldiretti -, ha mandato in tilt le coltivazioni nei campi lungo tutto lo stivale e stravolto completamente le offerte stagionali normalmente presenti su scaffali e bancarelle in questo periodo dell’anno rendendo impossibile una programmazione scalare della raccolta”.

Protesta Coldiretti a Bruxelles, agricoltori svuotano sacchi di grano al Parlamento Ue

“l risultato – precisa la Coldiretti – è un boom di primizie sui banchi di verdure e ortaggi dove è possibile trovare una grande varietà di offerta Made in Italy”.

Protesta di Coldiretti a Bruxelles, il presidente Prandini: Serve meno burocrazia

Per ottimizzare la spesa e non cadere negli inganni il consiglio della Coldiretti è quello di verificare l’origine nazionale, acquistare prodotti locali che non devono subire grandi spostamenti, comprare direttamente dagli agricoltori e non cercare per forza la frutta o la verdura perfetta perché piccoli problemi estetici non alterano le qualità organolettiche e nutrizionali, i cosiddetti brutti ma buoni.