Parmigiano Reggiano celebra 90 anni e “sposa” il whisky

Parmigiano Reggiano celebra 90 anni e “sposa” il whisky

MILANO (ITALPRESS) – Per la quarta edizione consecutiva, il Consorzio Parmigiano Reggiano è tornato a Identità Golose come main sponsor. La collaborazione, nata nel 2020, si rinnova con l’appuntamento di quest’anno che ha come filo conduttore il tema “Non esiste innovazione senza disobbedienza: la rivoluzione oggi”. La manifestazione si tiene fino a lunedì 11 marzo all’Allianz Mico di Milano. La Dop è presente alla tre giorni con lo stand nella “piazza principale” dell’esposizione, in cui verranno allestiti i pranzi che hanno al centro il Parmigiano Reggiano e il racconto di un piatto tradizionale del territorio d’origine.
Parmigiano Reggiano è anche scoperta di abbinamenti inediti, come quelli con distillati d’eccellenza: da una selezione di prestigiosi scotch whisky, in collaborazione con Scottish Development International (l’agenzia ufficiale del Governo scozzese che promuove i rapporti commerciali tra la Scozia e i mercati esteri), alle creazioni “sartoriali” della distilleria Cillario&Marazzi.
Previste degustazioni guidate di varie stagionature e biodiversità, dai 12 agli 80 mesi, dalla vacca rossa alla bruna. Il Parmigiano Reggiano torna inoltre a essere protagonista di Identità di Formaggio, sei lezioni tenute da personaggi di punta della ristorazione italiana.
Nicola Bertinelli, presidente del Consorzio, assegnerà invece il premio “Miglior selezione di formaggi” al ristorante che si è distinto per il carrello dei formaggi.
In linea con il tema della diciannovesima edizione della manifestazione, la Dop verrà messa in luce nelle sue caratteristiche di prodotto rivoluzionario.
“Il 2024 segna i 90 anni di Consorzio Parmigiano Reggiano, un formaggio che ha oltre 1000 anni di storia. In questo anno celebreremo la Dop in diversi contesti guardando ai prossimi 90 anni”, ha dichiarato Bertinelli. La partecipazione a Identità Golose “è un momento importante perchè l’alta ristorazione è uno dei luoghi dove si può celebrare il Parmigiano Reggiano con la sua biodiversità e la sua versatilità. Non è solo un ingrediente, ma deve essere il re della tavola ed è questa la vera grande sfida: far comprendere che il Parmigiano Reggiano è molto più di un pezzo di formaggio”.
Abbinare il formaggio a whisky scozzese? Per Bertinelli “un Parmigiano Reggiano con 80 mesi di stagionatura abbinato con un grande whisky scozzese è un’esperienza sensoriale davvero unica che esemplifica come il Parmigiano Reggiano possa essere utilizzato come prodotto pioniere”.
Un formaggio quindi dalle radici antichissime, ma dalle sfaccettature fortemente moderne, quali la naturalità (solo tre ingredienti – latte, sale e caglio, cura artigianale, assenza di additivi e conservanti, naturalmente privo di lattosio), la biodiversità delle sue diverse stagionature e dei prodotti certificati (dal prodotto di Montagna, al Kosher, l’Halal e il Biologico) e l’estrema versatilità, che gli consentono non solo di conferire carattere ai grandi piatti, ma anche di abbinarsi con disinvoltura ai grandi vini, ai distillati, ai prodotti ittici e persino ai dessert.
In occasione della giornata di apertura è stata offerta una degustazione molto particolare: Parmigiano Reggiano stagionato 18, 24, 48 e 90 mesi abbinato a Single Malt Scotch Whisky invecchiato 5, 12, 13 e 14 anni. La strategia scelta è il contrasto, accostando il formaggio più giovane al whisky più invecchiato e viceversa.
“Oggi grazie a Parmigiano Reggiano e allo Scottish Development International abbiamo la possibilità di abbinare eccellenti parmigiani reggiani di diversa stagionature con whisky declinati per diversi invecchiamenti. Un connubio non comune, ma decisamente ricercato”, ha dichiarato Fabio Ermoli, Lost Dram Selection, che ha guidato la degustazione.
Identità Golose 2024 sarà anche l’occasione per riprendere il dialogo con i più influenti protagonisti del mondo della ristorazione. Nel 2022 il canale della ristorazione ha rappresentato appena il 9,2% delle vendite della Dop, mostrando quindi un ampio potenziale di crescita. Per il Parmigiano Reggiano è fondamentale dialogare con il mondo del fine dining che porta in tavola l’eccellenza utilizzando il Parmigiano Reggiano per esaltare le proprie ricette, veicolando così in modo adeguato le distintività e i valori della Dop. Per il Consorzio sarà inoltre una cornice in cui proseguire i festeggiamenti per il novantesimo compleanno del Consorzio, che si svolgeranno nell’arco di tutto il 2024 in concomitanza alle principali manifestazioni a cui parteciperà.

Fonte foto: xh7/Italpress
(ITALPRESS).