Picchiò nipote di Bud Spencer, arrestato 21enne

Picchiò nipote di Bud Spencer, arrestato 21enne

Picchiò nipote di Bud Spencer, arrestato 21enne. Il presunto autore dell’aggressione nei confronti di Carlo Pedersoli, nipote del celebre attore italiano, è stato identificato dalla polizia dopo mesi di indagini e su disposizione del gip è stato tradotto in carcere. In seguito al pestaggio Pedersoli ha riportato la rottura di tre denti e la frattura del pavimento oculare, sanata con un intervento chirurgico.

LITE AL SEMAFORO

“La lite è avvenuta nella notte di uno dei primi giorni del novembre scorso, sul lungo Tevere delle Armi – riporta la polizia in una nota -. Il conducente di una delle due auto, dopo essere sceso in strada, ha colpito più volte al volto l’altro conducente con vari pugni per poi fuggire. Sul posto è intervenuta una pattuglia della polizia e sono partite fin da subito le indagini da parte degli uomini del commissariato Prati. Dopo una serie di accertamenti, grazie alla collaborazione del distretto di Ostia e al supporto dei militari della compagnia carabinieri di Pomezia, è emerso che l’auto su cui viaggiava l’aggressore era stata presa a noleggio e, dopo una serie di riscontri, si è giunti ad identificare l’indagato: un 21enne residente a Pomezia”.

CUSTODIA CAUTELARE IN CARCERE

“Con gli elementi acquisiti il pm ha chiesto ed ottenuto dal giudice l’emissione di una misura cautelare. Sono stati gli stessi agenti del commissariato Prati ad eseguire la misura e, dopo gli atti di rito, l’indagato è stato accompagnato in carcere. Ad ogni modo – conclude la nota – l’indagato è da ritenere presunto innocente, in considerazione dell’attuale fase del procedimento, ovvero quella delle indagini preliminari, fino a un definitivo accertamento di colpevolezza con sentenza irrevocabile”.

LEGGI IL CORRIERE DI VITERBO ON LINE (Edicola digitale)