Il parco archeologico sbarca alla Borsa mediterranea del turismo a Paestum

Il parco archeologico sbarca alla Borsa mediterranea del turismo a Paestum

L’occasione per la città di Tarquinia è in questi giorni la XXV edizione della Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico a Paestum per promuovere il Pact, Parco Archeologico di Cerveteri e Tarquinia, già da un ventennio dichiarato sito Unesco per la sua altissima valenza archeologica e quindi riconosciuto parte del Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Una sede, quella della Borsa Mediterranea, che si offre come occasione di scambio, interazione e comunicazione internazionale in un salone espositivo unico al mondo nel suo genere e di ArcheoVirtual, l’innovativa mostra internazionale di tecnologie multimediali, interattive e virtuali, che offre tra l’altro opportunità di business per gli operatori del settore di buyer esteri selezionati dall’Enit
Obiettivo dell’iniziativa è la valorizzazione di Parchi e Musei Archeologici per promuoverli quali destinazioni turistico-archeologiche, per favorirne la commercializzazione e contribuire contemporaneamente alla destagionalizzazione di questi luoghi unici per la loro preziosissima eredità archeologica e che si offrono come mete speciali di visita, quindi prescelte da un turismo nazionale ed internazionale di grande respiro. La Borsa Mediterranea mira ad incrementare per queste mete anche le potenzialità economiche ed amplificare conseguentemente gli effetti occupazionali che questo tipo di turismo implica e porta con sé nei confronti di tutto il comparto a livello territoriale.