Domani sera su Canale5 speciale “Dedicato a…Maurizio Costanzo”

Domani sera su Canale5 speciale “Dedicato a…Maurizio Costanzo”

Domani sera, martedì 20 febbraio, in seconda serata su Canale5, sulle note dell’iconica melodia “Se penso a te” (brano di Franco Bracardi) si riapre il sipario del Parioli “Dedicato a…Maurizio Costanzo”.

Fabio Fazio e Maria De Filippi condurranno la serata al Parioli

Sul palco del teatro Parioli, Fabio Fazio con Maria De Filippi e molti altri artisti condurrà una serata speciale per rivivere e condividere momenti, risate, atmosfere e ricordi del più famoso salotto televisivo d’Italia e del suo ideatore. Tanti gli attori, i conduttori, i comici, e i mattatori dello spettacolo scoperti da lui che grazie a quel palco hanno avuto la possibilità di dar principio all’arte e che sono diventati grandi artisti.

L’evento speciale

Un evento speciale a cui partecipano per regalare aneddoti e testimonianze eccellenti: Renzo Arbore, l’amica e amata Mara Venier, Carlo Verdone, Paolo Bonolis, e Rosario Fiorello, gli amici giornalisti Enrico Mentana, Michele Santoro, Platinette, Rita Dalla Chiesa. E ancora: Luciana Littizzetto, Christian De Sica, Vittorio Sgarbi, Giobbe Covatta, Enzo Iacchetti, Dario Vergassola, Massimo Lopez, Ricky Memphis, Vladimir Luxuria e Giorgia. Quest’ultima interpreterà il celebre brano firmato da Costanzo insieme a De Chiara e a Morricone “Se telefonando”. Ad arricchire la serata, emozionanti video e messaggi per offrire al pubblico alcuni momenti che hanno fatto la storia della televisione, con importanti personalità che hanno condiviso con Costanzo parti importanti della loro vita e della loro carriera.

LEGGI ANCHE “Finalmente l’Alba”, la protagonista è un’attrice viterbese

Maurizio Costanzo

Un talento eccezionale, quello di Maurizio Costanzo, coltivato fin da giovanissimo quando a 18 anni, nel 1956, inizia a lavorare nella redazione del quotidiano Paese Sera. La sua curiosità indomabile lo porta a volare subito in alto: passa al Corriere Mercantile, intervista Totò per Tv Sorrisi e Canzoni, diviene autore di programmi radio, scrive il testo – con Ghigo De Chiara – di “Se Telefonando” con le musiche e l’arrangiamento di Ennio Morricone. E ancora: scopre Paolo Villaggio e lo sprona a debuttare con il personaggio di Fracchia (antesignano di Fantozzi) ed è tra gli sceneggiatori de “Una giornata particolare” di Ettore Scola.

Da “Bontà loro” al “Maurizio Costanzo Show”

Ma è il 1976 l’anno di svolta, quando insieme ad Angelo Guglielmi (a quell’epoca capostruttura di Raiuno), Costanzo ha la geniale intuizione di rendere protagonisti del piccolo schermo le parole e la conversazione mischiando sullo stesso palco personaggi famosi e gente comune. Nasce cosi “Bontà loro”, primo talk show italiano. Qualche anno dopo, il 14 settembre 1982, debutta il Maurizio Costanzo Show che in 40 anni non ha mai smesso di raccontare la nostra società. Memorabile la staffetta Mediaset-Rai tra il Maurizio Costanzo Show e Samarcanda di Michele Santoro dedicata alla commemorazione dell’imprenditore ucciso dalla mafia Libero Grassi, con presente in studio anche il magistrato Giovanni Falcone. Per anni Costanzo ha portato sul palco personalità del mondo dello spettacolo e della politica permettendo loro di raccontarsi, di mostrare al pubblico la persona dietro il personaggio.

IL CORRIERE DI VITERBO SU FACEBOOK E INSTAGRAM