Sanremo, Mengoni mattatore

Sanremo, Mengoni mattatore

Ottima performance del coconduttore Marco Mengoni, nella prima serata del festival di Sanremo al fianco di Amadeus.

Mengoni mattatore della prima serata

Due vite, il brano che lo ha visto vincitore sullo stesso palco nel 2023 e che poi lo ha reso protagonista all’Eurovision, ha fatto da prologo al medley dei suoi più grandi successi, incassando ben due standing ovation del pubblico in visibilio per le performance. Ma oltre il canto, c’è stato di più, molto di più, ovvero quello che ha tenuto incollati allo scherno parenti, amici e concittadini: un Mengoni spiritoso, spontaneo, bravo, padrone del palcoscenico per tutta la serata, fino a notte fonda, quando ha improvvisato una partita di tennis con Fiorello, fuori dall’Ariston con il quale ha interpretato anche uno stornello.

LEGGI ANCHE Sanremo 2024, Marco Mengoni re della prima serata | Le foto più belle

Ronciglione aspetta il suo “guerriero”

Durante la serata l’artista di Ronciglione ha reso omaggio alla grande attrice Anna Marchesini. Al termine dell’esibizione dei Santi Francesi, Mengoni ha portato al centro della scena un leggio, e dopo avere indossato un colletto da Amleto ha riproposto un estratto del monologo di Rossana l’attrice, l’indimenticabile sketch della comica umbra scomparsa nel 2016. Molti gli amici che si sono riuniti nelle case davanti al video, mentre a Sanremo, presenti in platea, soltanto i genitori. Nadia Ferrari e Maurizio Mengoni sono legatissimi a Marco, figlio unico, nato il giorno di Natale, dopo una lunga attesa. Commovente e sentito l’abbraccio ai genitori. Unanime il dieci e lode della critica per il cantautore che nelle vesti di co-conduttore e superospite ha potuto sfoggiare altre qualità da vero showman che hanno catalizzato l’attenzione anche del pubblico a casa e della rete. Ronciglione aspetta il suo “guerriero” per un giorno di Carnevale, magari sotto una maschera.

IL CORRIERE DI VITERBO SU FACEBOOK E INSTAGRAM